I Prodotti

Gluten Free

image

Granoro lancia la nuova linea di pasta senza glutine, prodotta nei cinque formati base con farina di mais, riso e quinoa, e le Lasagne solo con mais e riso, destinata a tutti coloro che sono intolleranti al glutine e a coloro che per scelta hanno eliminato il glutine dalla loro alimentazione.

LA SCELTA DEGLI INGREDIENTI

Per la produzione di prodotti senza glutine si utilizzano ingredienti privi di glutine, come il miglio, la farina di riso, farina di mais o pseudo cereali come la quinoa.

Per la pasta GlutenFree Granoro abbiamo scelto un mix a base di  farina di mais (una miscela di mais bianco e giallo), farina di riso e farina di quinoa. Una miscela equilibrata per ottenere un prodotto dal colore, sapore e consistenza molto simili alla pasta convenzionale per il piacere di scegliere una pasta buona e gustosa come quella classica di grano duro.

Il mais è un antico cereale che arrivò in Europa dopo la scoperta dell’America e oggi è una delle coltivazioni più diffuse, trovandosi al terzo posto dopo il frumento e il riso. La farina di mais è molto ricca di ferro, fosforo, potassio, contiene vitamina A e non contiene glutine. Di mais esistono diverse varietà, ma noi abbiamo scelto la farina di mais giallo molto utilizzata per diverse preparazioni, di cui la più nota è la polenta, e la farina di mais bianco, ottenuta macinando una varietà di granoturco naturalmente bianco (perché caratterizzata dall’assenza di carotenoidi, responsabili del colore giallo/rosso) dal sapore identico alla farina di mais giallo.

Il riso è l’alimento gluten free più consumato al mondo, ma anche fra i più coltivati nonostante abbia bisogno di molta acqua e di un clima umido per poter crescere. I chicchi di riso contengono soprattutto amido che, similmente al glutine, produce un effetto collante, senza però sviluppare alcun tipo di intolleranza. Il riso è un prodotto da molitura e la farina di riso trova molteplici impieghi non soltanto nella dieta dei celiaci.

La quinoa è definita pseudo cereale in quanto non appartiene al genere Graminacee come il grano, ma appartiene alla stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola. È originaria del Perù, che infatti è la nazione che ne produce di più, ma è diffusa anche in Bolivia e in Ecuador. La quinoa viene coltivata e cresce ad altitudini comprese tra i 3.800 e i 4.200 metri sugli altipiani delle Ande, per cui è NON OGM e di solito biologica. Pur essendo una pianta molto resistente è difficilmente coltivabile sia se esposta anche per breve tempo a temperature superiori ai 32/34 gradi, sia in territori piovosi e molto umidi, in quanto si rivela molto sensibile agli attacchi degli afidi e delle cimici delle piante.

Per le sue qualità nutrizionali e proteiche già gli Inca, e negli anni a seguire le popolazioni andine, l’hanno venerata come pianta sacra.

Sia per la difficoltà di coltivazione, sia perché proviene da paesi così lontani, la quinoa ha un costo elevato, rispetto al riso e al mais.

La quinoa produce una spiga e i suoi semi, molto simili a quelli del miglio, sono utilizzati in grani interi o come farina. Indicata per i celiaci, perché totalmente priva di glutine, la quinoa grazie al suo alto contenuto proteico, variabile dal 13,8% al 21,9%, costituisce anche una valida alternativa alle proteine di origine animale.

Il 2013 è stato dichiarato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ANNO Internazionale della QUINOA.

Caratteristiche della quinoa:

·         è estremamente nutriente;

·         contiene flavonoidi: quercetina e kaempferol, molecole che hanno effetti antinfiammatori, antivirali e antitumorali;

·         è ricca di fibre, più degli altri cereali: 100 g di quinoa contengono un range tra i 10 e i 16 g di fibre;

·         non contiene glutine ed è perfetta per le persone intolleranti al glutine;

·         è ricca di proteine e amminoacidi essenziali;

·         ha un basso indice glicemico;

·         è ricca di minerali di cui spesso siamo carenti, come il magnesio, il ferro, il fosforo, il potassio;

·         è ricca di vitamine B1, B2 e B6;

·         è ricca di antiossidanti, che aiutano a combattere l’invecchiamento cellulare;

·         ha effetti benefici sul metabolismo, perché riduce gli zuccheri nel sangue;

·         ha caratteristiche che la rendono indicata per perdere peso.

Negli ingredienti della pasta GlutenFree Granoro sono presenti anche i mono e digliceridi degli acidi grassi (E471), additivi ampiamente impiegati nell’industria alimentare ed estratti da olii vegetali, con la funzione di stabilizzare, omogeneizzare il prodotto e favorire una maggiore tenuta in cottura della pasta.

 

CARATTERISTICHE DELLA PASTA GlutenFree Granoro

L’odore e il gusto della pasta GlutenFree Granoro sono tipici del mais, attenuati dalla farina di riso e dalla nota vegetale della quinoa.

Si è scelto di inserire nella miscela la quinoa per riequilibrare l’apporto di fibre, sali minerali e proteine, dato che il riso e il mais ne sono carenti.

Il mix delle tre farine fornisce alla pasta un coloro non giallo vitreo, come molte paste in commercio, ma un giallo molto simile alla pasta di grano duro. La pasta così ha una buona tenacità dopo la cottura e la ruvidità della superficie consente di legare bene i condimenti.