Granoro ancora a fianco de “I Dialoghi di Trani”

Ritorna con un programma rinnovato e con nuovi spunti di riflessione la manifestazione culturale “I Dialoghi di Trani” giunta alla XIV edizione: dal 22 al 27 settembre al Castello Svevo di Trani, scrittori, filosofi e giornalisti si incontreranno per cogliere le continue e profonde trasformazioni della nostra vita sociale e personale, interrogarsi su quali modelli di vita stiamo generando.

Il tema di quest’anno è “Generare”, e in cinque giorni il pubblico potrà approfondire le possibilità di “generare risorse per il bene comune, generare reddito e lavoro, educare per generare futuro, generare diritti e protagonismo sociale, ri-generare ambiente e territorio”.

Tra i protagonisti ci saranno illustri nomi della letteratura e del giornalismo: Azar Nafisi, Loredana Lipperini, Boris Pahor, Vito Mancuso, Aldo Cazzullo, Federico Fubini, Andrea Scanzi, Nicola Lagioia, Margareth Von Trotta, Domenico Mogavero, Maurizio Bettini, Piergiorgio Odifreddi, Elisa Fuksas, Luca Mastrantonio, Francesco Erbani, Giorgio Vallortigara, Giovanni De Luna, Nicola Lagioia,  Roberto Scarpinato, Paolo Flores d’Arcais, Giuliano Volpe, Marino Niola, Vittorino Andreoli e tanti altri.

Non solo meditazioni, presentazione di libri, confronto con gli autori sulla sostenibilità del nostro modello di vita e sviluppo, ma anche suggestioni dal sapore mediterraneo, con percorsi guidati su itinerari storico-artistici, passeggiate “eco-filosofiche” tra gli incantevoli vicoli del borgo medievale. Infine mostre fotografiche, concerti e percorsi enogastronomici, oltre ad una ricca rassegna cinematografica.  Nel corso della manifestazione si svolgeranno dirette con RAI Cultura e Rai Radio 3, media partner del Festival.

Anche quest’anno Granoro non farà mancare il proprio sostegno in qualità di Main Sponsor affezionato ad una manifestazione dall’altissimo spessore culturale.

Il programma prevede anche due tappe a Corato: la prima mercoledì 23 settembre (ore 21.30), presso il Teatro Comunale intitolata “TERRA MADRE TERRA MATRIGNA”. Un documentario “Home” del regista francese Yann Arthus-Bertrand con immagini splendide, ma anche ambigue e feroci. Un corredo di sonorità acustiche e di tradimenti, di voci angeliche e luciferine, di battiti ancestrali collegati alla Madre Terra, di groove sbilenchi, inquieti, zoppicanti che evocano una Terra Matrigna.

La seconda serata, venerdì 25 settembre (ore 19.30 in Piazza Sedile) intitolata “OPZIONE ZERO. RINASCERE È POSSIBILE?  sarà dedicata ad una riflessione in compagnia di Francesco Delzio (manager, scrittore e docente universitario) e il giornalista Rai Attilio Romita su qual è il “male italiano” e cosa ha trasformato l’Italia da potenza mondiale a Paese senza speranza. Si analizzerà anche la voglia di rinascere di un Paese che ha necessità di resettare tutto ciò che lo ha bloccato negli ultimi due decenni, tutte le “sovrastrutture” che hanno mortificato l’inesauribile creatività e intraprendenza della sua gente.

I “Dialoghi di Trani”, organizzati dall’Associazione culturale “La Maria del Porto” e promossi dalla Regione Puglia e  dal Comune di Trani, in collaborazione con l’Università di Bari, regaleranno ai visitatori (45.000 nella passata edizione!) l’esperienza di uno dei più importanti porti della Puglia, da sempre crocevia di popoli e culture del Mediterraneo, che per cinque giorni farà rivivere al suo pubblico quell’antico fascino e mistero che l’hanno consacrata come centro multiculturale e porta per l’Oriente.

le più recenti

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.